A me stesso

Piove di notte su questa dolorosa
e mai paga ansia di ricomporsi,
nella luce umida dei lampioni
presente e passato si cercano.

Si è esaurita la passione
che travolge il tempo
e blandisce la notte
ma è vile bere alle fonti dell’oblio.

Non siate in collera,
è sofferto diritto davvero
rispedire ai mittenti
le lusinghe al mio mistero.