Ombre

Nel buio delle ore notturne
discendo al pozzo della coscienza
ad inseguire le tracce di quest’uomo

per quei mondi dove alberga ancora qualche dio
od una schiera di angeli, terribili,
come quelli del poeta.

A mani nude riemergo poi
alla luce del nuovo giorno,
vecchio di sempre.