Quel che resta

Nel grigio ripetersi del giorno
ognuno lentamente muta.
Tuttavia affiorano nel tempo
frammenti luminosi di parole.

Nei reticoli oscuri delle scaglie
un filo di energia a vegliare
le mie dimenticate cicatrici,
le mie rimpiante rare felicità.

Ma torna l’incanto caldo della luce
nel rinvenire un certo sfolgorio degli occhi,
l’andatura d’ un passo frequentato,
Il timbro amato d’una voce ignota.