Rinascita

Ti sei presentata all’alba
di una giornata di sole
con quel tuo mazzo striminzito
d’inverosimili parole,

le poche ancora in fiore
rubate ai campi sterili
di un mondo a me lontano.

E sono uscito ignoto
dai consumati silenzi
per sussurrarti piano:

eccomi.